Get Adobe Flash player

Lo scorso martedi 14 marzo, il Movimento politico IdeaLista aveva incontrato a Taranto il Direttore Generale della Asl di Taranto, Stefano Rossi, e il Direttore Medico del P.O. Valle d’Itria, Gianfranco Malagnino. In quell’occasione venne dato ascolto alle istanze sostenute da IdeaLista a tutela della struttura ospedaliera di Martina Franca.

In quella stessa occasione, alla direzione sanitaria, IdeaLista aveva rimarcato la necessità di valorizzare le eccellenze mediche e di tutte quelle persone che, con abnegazione e sacrificio, svolgono il lavoro a cui sono chiamati quotidianamente, secondo il principio della meritocrazia. Avevamo parlato anche di questo nel corso dell’incontro con la Asl, la quale aveva dato ampie rassicurazioni, circa la condivisione di questo principio guida.

Così però non è stato ed è stata affidata la Direzione della Chirurgia Generale al secondo classificato, nonostante ci sia un vincitore di concorso pubblico: il dr. Martino Minardi. Per IdeaLista questa è una beffa per una città che chiede la valorizzazione delle eccellenze del nostro ospedale, delle sue risorse umane, delle sue professionalità, dei suoi reparti e delle sue strutture.

Chiediamo a chi di competenza di vigilare sulle procedure e siamo pronti ad ascoltare le giustificazioni di tale scelta dalla Direzione della Asl e dal Presidente Michele Emiliano, titolare della delega alla Sanità nella Regione Puglia. Vogliamo sapere perché viene affidata la direzione di un reparto al secondo classificato, cosa ha fatto maturare questa scelta e soprattutto approfondiremo la legittimità di tale procedura.

L'agenda

Ottobre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative!

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori e necessari al funzionamento. Se decidi di continuare la navigazione accetti il loro uso.